Loading Quotes...

Blog: SELL-SIDE E IR Le Nuove Sfide e Le Difficoltà Post MIFID II

Blog: What Investors Want Before Signing a Check
17 July 2019
International meeting of minds: Highlights from the IR Magazine Global Forum 2019
16 October 2019

by Simona D’Agostino Reuter

SELL-SIDE E INVESTOR RELATIONS

Le Nuove Sfide e Le Difficoltà Post MIFID II

 

Il problema concreto del calo delle coperture da parte dei brokers è iniziato ed è stato discusso anche prima dell’avvento di Mifid II, cosa hanno fatto le aziende?

Hanno iniziato sicuramente a provare a rafforzare la funzione IR, in primis dal lato strategico e della pianificazione, attraverso più efficaci investor marketing programs.

Ciononostante, è evidente che mentre le aziende nord americane, e la maggior parte delle large caps anche in Europa, non hanno risentito significativamente dell’impatto di Mifid II, lo stesso non può dirsi per le small e mid-caps europee, tenuto conto anche della reale contrazione dei budget aziendali in generale, e di quelli per il corporate access nello specifico.

Implementata a gennaio 2018, Mifid II vieta agli investitori di pagare per la ricerca ed il corporate access al di là delle commissioni. In risposta a questo, gli investitori istituzionali hanno iniziato a pagare per questi servizi “al di fuori del proprio P&L” ed ora tendono a selezionare attentamente quale report o altro servizio di corporate access accettare.

In base a varie discussioni a livello di IROs in US, sembra che Mifid II, “the unbundling of services”, arriverà anche in America; avere una base comune di regole per EU e US sarà sicuramente di aiuto per creare maggiore equità e trasparenza.

La maggior parte degli IROs è ancora sostanzialmente convinta che il sell side rimanga uno degli strumenti più efficaci per raggiungere “l’investitore ideale”.

Allo stesso tempo, appare evidente che il ruolo dell’IR si sia esteso; oggi gli uffici di IR – sempre con riferimento in particolare a small-medium cap – sono maggiormente impegnati a livello di organizzazione di roadshow (fermo restando un uso adeguato ed efficiente del tempo del top management), nel monitoraggio dell’andamento del titolo, degli azionisti, ecc. Di fatto, però, supporto la posizione di chi ritiene che l’esperienza ed il network del sell side, al di là della regione o del country di riferimento, sia comunque essenziale per comunicare con il buy side. Se è vero che molte attività, ed in varie occasioni, l’IR può sostituire il broker, l’expertise del sell side, nonché dei reports emessi e delle loro raccomandazioni, hanno ancora un valore certo ed assoluto.

Secondo un recente survey condotto dall’IR Magazine, la metà degli IROs (presi a campione a livello europeo) ha un’impressione generale negativa di Mifid II. Il survey si è svolto a maggio quest’anno, 16 mesi dopo l’inizio della nuova regolamentazione che ha separato il pagamento delle ricerche e degli altri servizi di corporate access dalle commissioni di trading.

Un’altra delle conseguenze di Mifid II è la qualità della ricerca, e non solo alla quantità, che sembra essere diventato un nuovo punto di attenzione, per quella che viene definita la ‘juniorization’ della ricerca, vale a dire l’utilizzo sempre maggiore solo di giovani analisti finanziari, che impattano di meno sui budget IR. Stesso discorso può essere fatto per gli uffici di IR, sempre come conseguenza della restrizione dei budgets.

Può capitare anche che alcuni investitoti non preferiscano lavorare con alcune banche, e quindi diventa più difficile convincerli a partecipare a certi roadshow. Quindi, dicono alcuni IROs, se e quando possibile, gli investitori stessi privilegiano le banche più note.

Il buy side contatta più spesso direttamente l‘IRO?

Non si può negare tuttavia che il buy side tenda a contattare direttamente l‘IROs ed in generale le aziende, più di sovente. Per conferenze di un certo rilievo, nonché per organizzare roadshow ad hoc, andare dalla banca/broker è ancora molto in uso, ed auspicabile, ma per eventi minori, o meetings facilmente gestibili, il corporate access diventa meno necessario.

 

 

 

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close